Il Principe azzurro esiste, ma è gay, il Drago è sposato e il Virtuoso-Virtuale non fa per te.

Il Principe azzurro esiste, ma è gay, il Drago è sposato e il Virtuoso-Virtuale non fa per te.

Il principe azzurro, genere, non nome, esiste. 

Si depila (tutto), va dall’estetista più di te, ha due versioni di six pack pronte all’uso (una per il giorno e una per i selfie) e porta camicine di cotone tanto attillate che sembrano di latex.
Se riesci a farlo ubriacare al punto da portartelo a casa, e a fargli perdere il controllo fino a farlo salire in camera, se non vuoi vederlo svenire addormentato come ricciolo d’oro, ti conviene tenere uno strap-on a portata di mano. 
Ah, non ce l’hai?
Beh, allora puoi sempre cantargli: “Soffice Kitty, dolce Kitty”…
Il Drago è impegnato e tu i draghi impegnati non li frequenti per principio. 
Per quanto ti possano piacere. O ti siano piaciuti. O ti racconti ti siano piaciuti.
Il wanna-be-Master-amico-della-tua-amica-alto-come-un-barattolo-di-Nutella ti fa passare la voglia.
Il Virtuoso è dannatamente intelligente, e dannatamente virtuoso.
Il Virtuale dura poco, perché ti stufi subito. E poi, si sa, che le chiacchiere annoiano e quel che conta sono i fatti.
Chi punta a conquistarti pressandoti, o offendendoti, viene bannato.
Chi cerca di impressionarti, cancellato.
Chi ti snobba, dimenticato.
Hai tempo per scrivere tutto quello che devi scrivere e anche quello per cui non ti paga nessuno. Hai perfino tempo per parlare con i muri, rispondendo agli insulti di chi commenta i post di uno per cui lavori e che merita protezione e rispetto. 
Hai tempo per giocare con i cuccioli, per cucinare, per dar da bere agli oleandri e alle erbette. Hai tempo per improvvisare una grigliata con le tue amiche. Per fare un festone sul prato. Per spostare i mobili. Per ripassare l’aspirapolvere per la terza volta in dodici ore. Hai tempo per leggere anche cose che non devi leggere per lavoro, per rastrellare il prato e strappare le ortiche. Ne hai perfino per decidere che stirare non è davvero indispensabile, o per addormentarti al sole.
Non ne hai, e nemmeno un pezzo, nemmeno piccolo, per chiederti se sia davvero tanto sbagliato voler restare singola. 
Annunci