Adotta un ragazzo.it: gli incantesimi, i risultati dell’indagine e una nuova scommessa.

Adotta un ragazzo.it: gli incantesimi, i risultati dell’indagine e una nuova scommessa.

Su gentile segnalazione del mio amico “Inachis Io”, sono andata a curiosare l’ultimo ritrovato in ambito di incontri online. Dopo aver curiosato un po’, apprezzato la grafica, l’impaginazione e lo straordinario editing, ho deciso di dar vita ad una mini indagine.

Avendo un nick tuttosommato abbastanza segreto (per lo meno ai più), ho usato quello, ovvero questo e con un profilo mutuato a mela-C e mela-V dalla pagina chi è WUM? sono andata online.
Fra la descrizione, a titolo di avviso bonario, ho scritto: “SONO QUI PER SCRIVERE E SOLO PER SCRIVERE”, con un bell’IMPEGNATA a far da sfondo nello status.

Il 70% degli applicanti (sia di quelli che han solo visitato il mio profilo e – forse non capendolo – si sono subito spostati su Elektrah o Debborah o Katiusha, sia di quelli che invece ci han messo radici) è sposato o convive e il fatto che abbia una Fede al dito o nel letto pare non costituire motivo di cruccio: i prodotti da banco non provano nemmeno a nascondersi e si dichiarano in cerca di emozioni, pathos e minchiate sui generis.
Il 70% dei miei incantatori ha meno di trent’anni (e se fossi stata davvero in cerca di accoppiarmi, mi si sarebbe accapponata la pelle).
Nell’altro 30%, più della metà cerca “relazioni a tempo determinato”, ovvero te la chiede in prestito (promettendo di restituirtela subito) con una locuzione gentile.
Un tre-quattro percento (parlando solo dei “miei”),  è fake fino al midollo, con profili pubblicati da vere volpi del deserto che spacciano per proprie le foto di Pitt o Cage (da quand’è che è figo? Cosa mi sono persa?) o Ashton (diosialodato) Kutcher.
La quindicina restante non si può guardare, ma soprattutto leggere.
Dopo due settimane ho cambiato i testi nella mia descrizione e ho avvisato il pubblico che avrei potuto decidere (cosa che ancora non ho fatto, ma si sa mai) di pubblicare in chiaro, sul world wide web, foto, profilo e nick degli incantatori sposati e/o fidanzati.
Però, ora che ci penso, credo che farò dell’altro (non gongolare, tu, che stai leggendo solo per vedere se ho scritto il tuo nome o postato la tua foto o le tue mail! Non gongolare, non ancora, che se non ho scritto oggi, sappilo, potrei scrivere domani e a nulla varrebbe chiudere il profilo e dar fuoco al pc, all’iphone o allo smartphone, visto che ho salvato -UNO PER UNO – i print screen di tutti i marrani che mi hanno scritto dichiarandosi occupati, te compreso).

Penso proprio che aprirò anch’io un fake-profilo, o forse due. Anzi: due, ho deciso!
In uno sarò poetica, colta, raffinata e sovrappeso.
Nell’altro oca, bionda dentro e molto, molto, molto troia fuori.
Scommettiamo sulle visite? Scommettiamo sugli incantesimi?
Quale delle due vincerà il trofeo dell’Incantevolezza?
Sono curiosa. Chissà che davvero ne esca un quadro a sorpresa, magari in grado, per una volta, di mettere in luce non solo il cazzodurismo del tanto vituperato (e mica solo qui) maschio nostrano, ma altre qualità o desideri che noi, ciniche pre-quarantenni ad un soffio dalla menopausa precoce, nemmeno sospettiamo ci siano.
Ci siete? Bene.
Devo solo trovare un paio di nomi e poi si parte!

Annunci