AVVISO AI NAVIGANTI: la donna OMEGA

AVVISO AI NAVIGANTI: la donna OMEGA

Abbiamo parlato (a vanvera, certo, ma questo non è mica un blog serio e qui si gigioneggia gratis) dell’Uomo Alfa, ovvero di un esemplare tanto amato dalle signore (che ancora non l’hanno provato), quanto deriso (da chi ci è già passata).
Ora, per par condicio, tocca mirare dall’altra parte della barricata e fare fuoco su un certo tipo di femmina che presa a piccole dosi (e da lontano), scatena la fantasia dei maschietti e caramella i loro neuroni come fossero pere su una tatin, ma che risulta alla lunga così pericolosa da meritare un intero capitolo.
Innanzitutto dobbiamo distinguere fra la DonnaOmega nata da famiglia ricca (serie A), da tutte le altre (che chiameremo -solo per comodità e senza rimandi classisti – di serie B).



L’OmegaDonna di serie A spesso è stata generata da una SuperOmega (variante all’ennesima potenza, anche non autoctona entrata nella mondanità locale dopo anni di attività professionali non classificabili).
Mentre l’altra proviene da una famiglia normale (quasi sempre di sinistra).



La Donna Omega B vi appare semplice e alternativa. Alle feste è quella a piedi nudi in mezzo alla pista.
Giura di non volere nulla da voi e dalla vostra ricchissima famiglia.

Fugge la mondanità per portarvi a sagre di paese e scampagnate all’aria aperta (salvo poi trasferirsi nel giro di un valzer nella vostra dependance di buckingam palace circondata da servitù in livrea, autisti e personal trainer).

A prescindere dalla provenienza genealogica, l’OmegaDonna…
Ha un guardaroba degno di Paris Hilton, più borse di Carrie, e scarpe da collezione in tiratura limitata.
È sempre al centro della scena.Se le raccontate di aver preso un pesce gatto da 15 kg con le mani, lei vi racconterà di quando nuotava in mezzo agli squali vestita solo di un tanga e un tampax.
Se lei corre, o fa Tai Chi, voi correrete o farete Tai Chi.
Non ha amiche degne di esser chiamate tali, ma saluta tutti con entusiasmo e gran foga.
È una so-called GATTAMORTA, o per lo meno, passa per tale agli occhi della fauna maschile.

Di norma ha capelli color miele – nelle varianti castagno, millefiori o acacia- (ma le configurazioni more sono in allarmante aumento) e boccolata.

Non pesa più di cinquanta kg (nemmeno se porta il 43 e supera il metro e ottanta).

L’OmegaDonna -per mantenere la sua taglia 36- spesso dopo la pubertà diventa celiaca e dimentica i farinacei. Adora il pesce crudo, mangia solo a vista (da sola non si nutre, al massimo si disseta) e beve con molta moderazione. Eppure, se necessario, mangerà canederli al burro versato, costolette d’agnello flambé e Sacher Torte(salvo il giorno dopo correre fino a Reykjavik per annullare lo sbalzo calorico).

    Se ha più di trent’anni, ha un lavoro discreto e di solito guadagna bene. Se ne ha di meno, studia (allo IULM, allo IED, in BOCCONI o in CATTOLICA). In entrambi i casi è perennemente in rosso (le uscite superano le entrate di un 30% fisso).
    Ha l’aspetto di una brava ragazza (anche se ci sono più imprenditori nella sua rubrica che in quella di CONFINDUSTRIA).
    Non parla dei suoi ex. Al massimo racconta con nostalgia del suo primo bacio sottolineando quanto fosse imbranata e imbarazzata (non lo siamo tutti?) e della sua prima volta … a diciannove,quasi venti… con il fidanzato di sempre.


    In inverno scia – o a Campiglio o a Cortina, le uniche due stazioni che conosce; in estate è ospite su qualche barca al largo di Porto Cervo, Saint Tropez o Formentera.


    Ha una cultura di base sufficiente per una cena aziendale e non ha passioni particolari né hobby. Salvo innamorarsi a comando di quelli di chi sta frequentando.
    È una formidabile ascoltatrice: tutto quello che sente da voi, lo riutilizzerà a suo favore. Frequenta i posti giusti, conosce tutti, ha amiche à-la-page e ha una macchina piccola ma moolto chic (una mini, una serie uno o una a3 se non è mai stata sposata; un ML, un RangeRover o un X5 se ha già almeno un marito nel cv).


    È viziata. Un po’stronza. Non chiama. Non risponde ai messaggi. Ma se la chiamate voi, vi risponderà come se non aspettasse altro da settimane.


    È sexy. Ma non la molla (non subito e di sicuro non a voi).


    A letto è una TIGRE. E dopo averla aspettata per mesi, diventerà indimenticabile.


    È evasiva. Anche messa alle corde, riesce ad eludere qualsiasi domanda e a spostare altrove la vostra attenzione (“con quanti uomini sei stata?” – “ho sofferto molto per amore … sai, dopo nove anni con Pier Carlo non riesco più a lasciarmi andare”).
    Ha delle gran tette (non necessariamente sue).
    Può avere un animale domestico (che abbandona dai genitori un week end su due e durante tutte le sue trasferte). Se l’animale è molto piccolo, la seguirà ovunque.


    Se farete con lei più di due vacanze di seguito, diventerà vostra moglie.


    Usate il preservativo. SEMPRE. Almeno fino all’altare (… volendo evitare sorprese con gli occhi del vostro commercialista, suggerirei anche dopo).


    E’ attratta dal lusso estremo. Non la vedrete mai salire su una 306 (a meno che non sia quella di sua madre).


    Si spaccia per super-easy, racconta di essere attratta da un modello familiare stile Cunningham (ma brama un Sarkozy con residenza estiva al Forte, invernale a Chamonix e filippini in livrea che accudiranno i pargoli mentre lei farà pilates in taverna).

    Predilige Costruttori, Rampolli di nobili casati (solo di quelli ancora in auge) o di famiglie famose.




    Quando vi dirà TesoroAspettiamoUnBambino,e voi le chiederete

    ma non prendevi la pillola

    lei dirà

    “aaamoore… ma non è mica sicura al 100 per cento! Basta una sciocchezza per diminuire la copertura”

    (intendendo che prendendo una pillola ogni tre, una mica può giurarci)
    Annunci