Tipi di Maschio: l’IVANHOE

Tipi di Maschio: l’IVANHOE

Vi appare duro, alto, forte e dannatamente affascinante.
Arriva al galoppo, sbaragliando uno dopo l’altro gli avversari della giostra. É così figo che vicino a lui Bruce Willis sembra Shrek e quando -Tada-clop-Tada-clop – Tada-Clop – compare all’orizzonte, tutti quelli conosciuti prima di lui vi sembrano, di colpo, aitanti quanto il Gollum (solo un filino meno sexy). Pare abbia coraggio da vendere e una faccia tosta degna del Bunga-Bunga man degli ultimi giorni. Di quello che han cuccato con le mani nel sacco così tante volte che per tenerne traccia i PM han dovuto creare un database (in access, che excel non bastava). L’Ivanhoe é l’ultimo dei cavalieri erranti (voce del verbo ERRARE: non nel senso di “girovagare in cerca di infedeli da sodomizzare a sbafo”, ma di “non imbroccarne una” ) e voi, che siete finite sulla sua wishing list, siete il suo ultimo premio. Pur avendo udito di esemplari in fasce, normalmente l’Ivanhoe é un maschio adulto ben oltre la prima soglia degli anta, e già pericolosamente vicino alla seconda e come tale, ha un passato di mirabolanti avventure, epiche gesta e incredibili crociate da raccontare.
Ha nuotato con Scilla e Cariddi, scoperto la formula per la pietra filosofale (poi brevettata da altri), e distillato l’elisir di lunga vita (venduto poi a Dorian Gray per 30 denari e due rimmel nuovi).
Ha fatto/visto così tante cose (che voi umane non vi immaginate nemmeno) e le asperità della sua esistenza da eroe gli avevano(finora!) impedito di trovare la sua pulzella.
Fino ad ora. Per l’appunto, sicché l’Ivanhoe é giunto al Vostro cospetto. E testé pronto a diventare stanziale (a casa vostra, di solito).
Peccato voi non abbiate la benché minima intenzione di stanzializzarvi al volo. Se non altro, non subito e magari non con lui. Peccato non vi passi nemmeno per l’anticamera del cervello di infilarvi una fede al dito (magari di nuovo!) o dei calzini blu nei cassetti per uno sotto la cui cotta, non riuscite a veder chiaro.
Lui é lì per voi.
É arrivato per salvarvi.
Esatto: SALVARVI. Dalla vostra incapacita di lasciarvi andare e dalla fifa blu che vi attanaglia se solo pensate di rimettervi in gioco (e che la fifa riguardi LUI, pare uno stupido dettaglio).
Vi chiede di buttargli giù la treccia e accoglierlo in autoreggenti (imbecille! Ho il caschetto, non vedi?).
Vi informa che dopo avervi cercato per millenni, ora non vi lascerà più. Lui é il vostro uomo. Voi la sua vittima. E guai se cercate di prender tempo! …guai a voi, se vi viene in mente di dirgli che non ve la sentite, che vorreste andarci piano, che la vostra casa “sembra” grande (ma i Vs armadi son già tutti pieni) e che, insomma, forse-forse sarebbe meglio dare tempo al tempo, a Cesare quel che é di Cesare e al fisco il 60% del vostro stipendio… Ivanhoe, il cavaliere nero, si libererebbe dalla sua fulgida armatura, rivelando un idra a sei teste (di cui nessuna utile), con la coda di un pavone, le zampe maldestre di un’oca, la lingua di un pitone e i denti aguzzi di un barracuda. Si trasformerebbe più velocemente di un Ulk incazzato e sarebbe in grado di fare coriandoli di voi, delle vostre (stupidissime) idee e forse pure delle vostre membra.
L’Ivanhoe non sa perdere. Secondo l’articolo 2 del suo statuto,l’Ivanhoe vince sempre. O vi avrà o vi ammazzerà (non necessariamente literally, anche se quello dell’Ivanhoe risulta il profilo piú gettonato dagli stalker).

L’antidoto.

Se temete di avere a che fare con un Ivanhoe, cominciate a sfilargli l’armatura e a soffiargli la lancia da sotto l’ascella. E poi mettetevi la prima e minacciatelo con la seconda:”o te ne vai via veloce come sei arrivato o ti faccio fare la fine dello spiedo”.
N.B.:l’equivalente femminile dell’Ivanohoe esiste, fa Giovanna di nome e D’Arco di cognome e per farla uscire di scena basta munirsi di benzina e fiammiferi (la storia insegna, no?).
Inviato dal mio dispositivo mobile
WUM
Annunci