Delegate per scelta, indole e statuto.

Delegate per scelta, indole e statuto.

Ci sono donne che crescono aspettando di sposarsi, pianificando perfino il colore dei tovaglioli e delle bomboniere e già in quarta elementare sognano la marcia nuziale e le foto di famiglia.
Ci sono donne che dicono di non crederci, ma poi ci s’infilano dentro e per quanto magari non stiano proprio da dio, stan lì a raccontarsi che alla fine è normale, che il mediamente banale va bene, che funziona così. Magari se la fanno andar bene, magari fanno altro mentre son fuori casa. Magari aspettano che lui dorma per scrivere all’amante o mandargli le foto porno, ma stanno lì.
Ci sono donne che ci si trovano dentro e magari vorrebbero uscirne, ma temono non stia bene, non si faccia, non si possa e allora restano. O hanno troppa paura per andarsene.

Ci sono donne che ci han provato, poi si sono guardate dentro e han capito che no, non faceva per loro.
Fra le ultime, ci sono quelle che danno la colpa all’altro, che pensano l’altro fosse sbagliato e che ne aspettano uno giusto, per far le cose per benino. E poi ci sono le altre, quelle che non aspettano affatto, per le quali “quello giusto” non esiste.
Quelle lì lo sanno che per loro non ce n’è e anno dopo anno vedono coppie di amiche e amici fidanzarsi, innamorarsi, accoppiarsi, languire e lasciarsi (o languire e ammuffire, è uguale).
Se da loro arriva uno che non capisce al volo (e arriva sempre), non spiegano niente, a parte le ali, e senza nemmeno la RedBull si librano altrove.
Se hai la sfiga di innamorarti (o credere di innamorarti) di una così, l’unica cosa sensata che hai da fare è goderti il momento e sapere che finirà e che tu non avrai molto da fare, se non dimenticarla. Se la vorrai per sempre, solo per te, solo con te, al tuo fianco come la banda dei pantaloni dei carabinieri, lei se ne andrà. Se proverai a legarla, a stabilizzare il rapporto, a chiedere di più, a consolidare, a costruire, a stabilire usi e consuetudini, lei si smaterializzerà.
Se proverai a metterle intorno procedure e a perpetrare riti con la costanza di un contabile che compila mastrini e controlla scontrini, lei prima di eluderà e poi finirà per evadere.
L’unico modo per intercettare una così è intercettarla senza cercare di legarla, è avere una vita tua in cui lei, once in a while, si incastri da dio, quasi per caso, e mai per abitudine.
Non ti piace?
La vorresti lì, vicino-vicino, pronta a darti il buongiorno con caffè e brioscina finché morte non vi separi? Ti piacerebbe trovarla ogni volta dove ti aspetti sia, come piace a te e quando piace a te, a farti la spesa, stirarti le camicine, andare a cena con gli amici e sfilare in reggicalze con Barry White in sottofondo? Sera dopo sera dopo sera. Settimana dopo settimana. Mese dopo mese…
Cambia target, tesoro. 
Di quel modello lì, quello che non vede l’ora di avere qualcuno vicino-vicino fino alla nausea e al funziona così ed è normale che dopo un po’ non ci sia più pathos, c’è pieno, lontano da lei, delegata per diritto di nascita, provenienza, cultura e animus.

Annunci