Come trovare l’uomo perfetto in 10 semplici mosse.

Come trovare l’uomo perfetto in 10 semplici mosse.


Sei alla canna del gas? Ti senti davvero così demotivata e triste e giù di corda, da aver cercato in google la soluzione dei tuoi problemi di cuore? Hai voglia di una vera storia d’amore, di quelle da romanzi rosa, palpitazioni e farfalle nello stomaco?

Bene. Anzi, no: male.
Perché qui, su womenusersmanual.com non troverai la risposta. Non troverai la formula magica per far apparire, da sotto i cuscini del tuo divano, o al tuo campanello con una rosa in bocca, il principe azzurro che stai aspettando. Vuoi sapere perché? Perché se avessi un segreto come quello, farei il Messia, non la blogger.
Non ce l’ho, io, la formula magica, e nemmeno la cerco, del resto. Ma qualche trucchetto da condividere invece sì. Quali?

Ok, partiamo.
E partiamo dal presupposto che l’uomo perfetto debba essere perfetto da ogni punto di vista, per lo meno per te che lo cerchi (io ho smesso da un pezzo e scrivo con cognizione di causa, ma soprattutto d’effetto).

Deve essere sexy (occhio che non ho scritto bello, ma sexy).
Deve essere acuto. Forte. Ma anche taaanto sensibile. Adulto. Però curioso e dispettoso come un cucciolo di labrador. Non deve avere paura di niente e deve farti sentire al sicuro. Deve essere muscoloso (perché i muscoli ti fan sentire protetta e ti fanno immaginare che in caso di bisogno il tuo uomo sia pronto a fare a botte per te). Deve essere goloso, ma certo non un water. Deve essere prestante, ma non fissato. Deve piacere, ma mai compiacersi. Deve piacere a tutte, ma non cagare nessuna. Deve adorarti, crederti, ascoltarti, girarti al largo quando hai le ovaie girate e non  smettere mai di dirti quanto tu sia l’essere più sensuale del pianeta (anche se vai a letto come una foca monaca infilata in un pigiama di pile coi piedini).

Lo vuoi intelligente e colto come un docente plurilaureato.
Lo vuoi semplice come un boscaiolo o un metalmeccanico.
Lo vuoi poeta e vuoi che ti scriva temi via sms e mail per farti sapere quanto tu sia importante per lui.
Lo vuoi in grado di ripararti il frigo o la pucci incantata, come il più bravo degli idraulici.
Lo vuoi Master Chef, per deliziare il tuo palato.
Lo vuoi magari anche casalingo, per darti una mano, anzi per sostituirti con il ferro da stiro che tu tanto odi.

Già. Certo. Come no?
… in una sola parola, cara la mia Sleeping Beauty [a questo punto dovresti già aver intuito una sottile linea d’ironia, tra una presa per il culo e l’altra, o no?),tu, il maschio, lo vuoi multi-tasking.

Peccato che l’uomo non sia, per definizione, statuto, cromosomi, indole, DNA e cultura, affatto multi-tasking.
L’unica cosa di mono che ha, l’uomo, è proprio il tasking.

Se guarda la TV, non si accorge nemmeno se la casa va a fuoco, figuriamoci se riesce a dirti se tu stia meglio con i collant marroni o quelli verdi.
Se mangia, non ascolta.
Se ascolta, è già tanto che senta, figuriamoci se riesce a fare altro.
Se lavora (e gliel’hai già data a sufficienza per non farlo stare più sulla corda) non può pensarti e se ti dice che lo fa, mente.

La soluzione (ecco che arriva il trucco) non è cercare il multi tasking in un uomo: è cercare un solo tasking, purché certificato, in più d’uno (e adesso svieni pure, fai OOH e MADDAI NOOO, ma vai avanti a leggere, che è ora di svegliarti!).

Cercati un prof, un idraulico, un boscaiolo (o un metalmeccanico, fa lo stesso), un poeta, un ballerino di salsa, un cuoco (meglio se stellato), e un fisico nucleare. Ma non credere (o smetti subito di farlo) di poter trovare sei o sette delle perle sopra riportate in un solo maschio. A meno che… tu non decida di cambiare sponda e darti alle quote rosa. Ma se fai parte delle tradizionaliste e sei  più affascinata dalla spada che dal fodero, beh, non ti resta che rassegnarti e concedere alla tua tradizionale (e un pelo medievale, diciamocelo) piccola psiche di esplorare La Regola del 3.

Di cosa parla la regola del tre? Del potere (straordinario, taumaturgico, quasi magico, ma in fondo solo terribilmente scientifico) della DIVERSIFICAZIONE: un principio aureo da applicare in finanza, con i clienti, come nel marketing tanto quanto con i preventivi per una nuova vasca da bagno.

Ma se vuoi scoprirla, ti tocca cliccare sul link e andare a leggertela da sola.
Ciao e baci.

Annunci