Come resistere a uno che ci prova ma non dovrebbe

Come resistere a uno che ci prova ma non dovrebbe

Già: come? Come farla franca quando la situazione si scalda in un ambiente che non lo consentirebbe?

Esempio nr uno: lui è un cliente;
Esempio nr due: lui non è ancora un cliente e vorresti lo diventasse;
Esempio nr tre: lui è non è ancora un cliente e a questo punto temi non lo diventi più.

Quindi? Come uscire dall’empasse e farla franca?
Semplicissimo: basta far la bionda.

Già. Facendo la bionda (fuori aiuta, ma dentro è più che sufficiente) e non cogliendo mai, MAI, ma proprio MAI il senso delle frecciate e dei sottintesi lanciati dal maramaldo con cui sei alle prese.

Tipo, se Lui  tra una spiegazione e l’altra, butta lì un “magari la prossima volta andiamo a cena”, tu continua (come se nemmeno avesse respirato) a parlare del software, dell’hardware (no, lascia stare l’hardware), dei plus e delle garanzie.

Sì lo so, a questo punto, lui ti guarderà attonito e probabilmente ritornerà all’attacco, ma  tu persisti e continua sulla tua strada: non avrà (quasi mai) le palle per inchiodarti all’angolo chiedendoti – come alle medie – se ti piace o no. E se dovesse farlo, beh, allora, sei autorizzata a sorridere, sfoderando un’espressione gioconda scolpita nell’alabastro, a piegare di 30 gradi la testa e a spalancare la bocca, dicendo “credo di aver frainteso, ma siccome ho troppa stima di te/lei per pensare che tu/lei ci stia provando con un fornitore, farò finta di nulla”.

Continuo suggerendo a questo punto di sfoderare il tuo contratto e passargli la penna, proseguendo come nulla fosse nella tua strategia commerciale ad imbuto, fino al clac clac del timbro sul foglio. Per tre volte di seguito. Mentre la tua voce dice “qui, qui e qui. Ah! Anche qui, per la privacy, quasi me ne dimenticavo…”

2 pensieri su “Come resistere a uno che ci prova ma non dovrebbe

  1. Ma e se quello che ci prova con te è uno che ti lavora fianco a fianco? che non perde occasione per lanciare frecciatine e metterti a disagio? considera che sono appena arrivata e non vorrei andarmene subito…..
    cosa fai? lo dici al capo? col rischio di passare per una facile? o di essere magari licenziata?
    mi aiuti per favore? ho trovato per caso il tuo sito, perche' cercavo proprio consigli in rete e mi hanno mandato qui. non so davvero cosa fare.
    disperatissima87

  2. buona buona, Disperatissima 87.(ommioddio:87. Dimmi che non è il tuo anno di nascita, per favore…)

    dunque. Innanzitutto:calma e sangue freddo.
    Parti con la tecnica soft, quella del territorio segnato. Fatti venire a prendere da un amico in ufficio e fai in modo che lui ti veda (e magari l'amico sceglitelo figo o per lo meno normo-dotato).
    Se non funziona, passa a quella hard,facendogli capire che in effetti qualcuno in ufficio che ti interessa c'è e che tu a lui pure. E che, per inciso, quel lui là si dà il caso sia il suo capo. O il capo del suo capo. O il capo del capo del suo capo.

    Tienimi aggiornata, e non disperarti.
    Al massimo incazzati, ma con lui.
    In ufficio, in modo che ti sentano tutti.
    😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...