TECNICHE DI SELEZIONE E DINTORNI.

TECNICHE DI SELEZIONE E DINTORNI.

Dove è stato prima.
Dove vuole andare oggi.
Con chi lavorava. Cosa faceva.
Quali erano i suoi obiettivi.
Che rapporto aveva con il suo staff.
Mi dica perché se ne è andato.
Mi parli dei suoi difetti.
Mi disegni una pecora.
…  e amenità del genere. 
Quando un tagliatore di teste o un HR manager ci intervistano per decidere se farci mettere piede in un’azienda, ci fanno compilare moduli e rispondere a quesiti psico-attitudinali,  frugano nel nostro passato, aprono tutti i cassetti e scoperchiano tutte le pentole delle nostre credenze.


Quando invece noi conosciamo qualcuno e siamo lì lì per considerare di farlo entrare nella nostra vita (che sia per un giro in giostra, per un trimestre o per qualcosa di più long lasting poco conta) , ci accontentiamo di quattro chiacchiere in pizzeria, due in ascensore (prima che una delle due bocche tappi l’altra) e tre dopo il dessert.

“è finita perché una stronza pazzesca”

“sai all’inizio era simpa, poi è diventato un musone”

“quando ho capito com’era sul serio, ho detto ciao-scrivi e sono sparita”

“ho un bellissimo rapporto con le mie ex, con qualcuna esco ancora per una pizza ogni tanto”

Chi siede di là dal tavolo e tenta di far colpo, raccontando perché è single, snocciola la propria versione.

Tra le prime chiacchiere di chi si incontra, ognuno di noi ha ricevuto (e off course fornito) pacchi e ciuffi di resoconti sulle precedenti disavventure amorose, aspettative tradite e speranze disilluse.

Se sentissimo la controparte il quadro combacerebbe??
bah.

Immaginiamo invece di poterci comportare come se stessimo facendo un’assunzione (prima in prova, poi – se tutto va bene – a tempo determinato) e di avere al pronti via un cv da consultare, con tanto di date (certe) e referenze (verificabili) e poi – già che ci siamo- di verificarle sul serio, le sue belle referenze!
-si buongiorno, lei non mi conosce, la chiamo perché sto valutando Mario Rossi e il suo numero è nella lista delle referenze. Posso rubarle due minuti?
-si mi dica
-dunque Rossi ci riferisce di aver passato tre anni con lei, me lo può confermare?
-si certo.
-bene. E dice anche di aver contribuito a farle superare il trauma della perdita del gatto.
-confermo.
-perfetto. Un ultima domanda prima di salutarla: a quanto risulta, lui riferisce di averla lasciata dopo averla scoperta in atteggiamenti compromettenti con il dottor Piero, fratello di Mario. Può cortesemente confermarmi l’ultima affermazione o fornirci la sua versione dei fatti?

NOOOO … davvero ha detto così?! IL  FIGL’ANDROCCHIA! Non ho parole …

-Capisco. Ma mi dica …

-no, non capisce. Non può. Se non ha conosciuto Mario, le assicuro che non può capire. Quello è un mentitore seriale. Non mi ha lasciata perché ero a letto con suo fratello. ha ha. Semplicemente non potrebbe essere!

-ci mancherebbe, qui nessuno mette in dubbio il suo onore, Signora …

-macchè onore, qui l’onore non c’entra: quello che vi ha raccontato è una bufala e non perchè io sia santamariagoretti ma perché mario è figlio unico. E per inciso, l’ho lasciato perché usciva con tre ragazze nello stesso palazzo. E tutte sullo stesso pianerottolo!!!

Ah. Come sarebbe più facile poi mandare una bella mail a Mario scrivendo qualcosa tipo:
Gentile Sig. Rossi,

La ringraziamo per averci sottoposto il suo Curriculum Vitae e per aver partecipato ai primi colloqui presso le nostre filiali italiane.

A seguito di alcune verifiche effettuate sulle referenze da lei indicate, siamo spiacenti di informarla che lei rappresenta l’antitesi del profilo che stiamo cercando, oltre ad essere un contapalle di proporzioni titaniche.

Pertanto la invitiamo caldamente a rimuovere i nostri riferimenti dalla sua rubrica nonchè a cambiare a.s.a.p. la location dei suoi aperitivi o ci vedremo costretti a pubblicare su YOU TUBE, facebook, twitter, viadeo e linkedin, i poco edificanti risultati delle nostre  indagini.

Alla presente non seguiranno altre comunicazioni.

Saluti.

Posted by Wum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...