NON ESISTE.

NON ESISTE.

È assurdo, è infelicità,  è dolore, è  vano e ridicolo e avventato e impossibile.

Ma la ragione, il calcolo, la paura, il giudizio, l’orgoglio, la prudenza e l’esperienza non hanno nulla a che vedere con la chimica.
Secondo le leggi della fisica le api non potrebbero volare. Ma le api non lo sanno e volano beate da qualche eone.

L’amore non esiste.  È un’invenzione dei poeti e degli artisti .  È fruttosio nella tazzina del sesso.
È una spiegazione romantica ad una reazione biochimica.  È l’alibi dell’istinto di sopravvivenza della specie.

Eppure è musica. È ritmo. È serotonina e sorrisi idioti. È cachemire sulla pelle.
Non esiste. Ma ti racconta una favola prima di dormire, ti sorride al mattino sotto il piumone, ti accompagna in ufficio.
Ti colora le guance e le giornate.
È una banana colossale. Forse – dai tempi di Ungo e Unga – la più vecchia bugia degli esseri umani.
Ma ti scalda.
Non esiste. Ed è una mistificazione. Ed è una vecchia bugia.
Ma ti ribalta come un calzino.
È vacuo. E ti distrugge. Ti lascia a pezzi. Ti fa in brandelli.
E quando ti ha divorato, masticato e digerito, ti sputa e ti calpesta.

È falso. Dura poco. E lascia cicatrici che non si chiudono.
È un illusione.
Ma è un antiage effetto lifting che spazza via  rughe nuvole e raziocinio.
È un monsone tropicale che fa piazza pulita di tutto il resto.
è  un cliché.
è una vecchia bugia.
ma ti coglie sempre di sorpresa. 
Non esiste ed è una vecchia bugia. Eppure è burro per l’anima.
È pro tempore. E dura un attimo.
Ma ti rende immortale.
Annunci

10 pensieri su “NON ESISTE.

  1. Il bello è che lo sappiamo tutti, ma ogni volta che ci capita sembra sempre la prima, quella giusta, duratura e immarcescibile. Qualcuno dovrebbe sfatare il mito dell'amore eterno, insieme a quello della monogamia: si soffrirebbe senz'altro di meno, aspettandosi di meno.

  2. un po' di sano pragmatismo non fa mai male; ma, dico io, questo significa forse che se una reale emozione non ha una supposta origine “spirituale” ma ne ha una neurobiologica ha meno valore, dignità o importanza? Io credo il contrario.

  3. Anzi, Capsicum, anzi… parliamo proprio di quella roba lì… dell'origine biochimica, fatta di ormoni ed enzimi in subbuglio.
    senza la componente neurobiologica, ciò che Wum non nomina nemmeno (ma solo in quanto devota a Cristina Campo, ex di Elemire Zolla e geniale bellezza del XXV secolo) è solo letteratura.
    (e prende polvere)
    😉

  4. la questione è una sola crederci o no.
    Ognuno decide per sé.
    se un'ape prende coscienza della sua impossibilità di volare cosa possiamo farci?
    L'importante è che le altre non si curino di quella derelitta appiedata.
    Io continuo a volare.
    A credere nell'amore eterno e a credere nella monogamia.
    Credo pure nelle fate ai gnomi e all'isola che non c'è.
    Ma io sono un fottuto scrittore romantico… 😉

  5. …mettiamola così: Wum ha due ali piccolissime, e un bozzolo di corpo che dovrebbe -secondo le leggi gravitazionali- rimanere ancorato al terreno.
    … essendosi laureata in fisica dell'ego, aver fatto un master in fuffologia applicata, ed essersi portata metaforicamente a letto una discreta parte dell'ateneo, sa che quella roba lì, quella che non nomina nemmeno (se no la Campo si rivolta nella tomba) non si può fare. e che se si fa, dura poco. e che più che altro si tratta di balzelli qua e là.
    eppure.
    suo malgradissimo.
    wum vola.

  6. Bravo Sam, questo tuo principio postula l'idea che, pur essendo noi tutte api (e forse quelle totalmente incapaci di volare dovrebbero ricorrere ad un corso intensivo), in natura esistono due differenti correnti di pensiero. C'è l'ape che segue pedissequamente il credo del “nonamore” e quella che invece insegue ed è favorevole al “persempreamore”. Certo, due concetti diametralmente opposti che spesso però si attraggono seppur per un breve periodo. Come giustamente sostieni tu, scrittore romantico e visionario (al mio pari), la questione è solamente quella di crederci o meno. E’ un po’ come avere fede in qualcosa che non vedi, non tocchi e non annusi ma percepisci solamente. Resta per noi inguaribili sentimentali ed appassionati sognatori il detto che recita: “colui che dice di non credere nell'Amore, mente perché è solo negli altri che non lo crede”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...