DOBBIAMO IMPARARE BENE LE REGOLE

DOBBIAMO IMPARARE BENE LE REGOLE


“dobbiamo imparare bene le regole, in modo da infrangerle nel modo giusto”– diceva il Lama Dalai.
Le regole. Ah…le regole… quante ce ne sono in questa nostra valle di lacrime e imposte sul reddito … Ma se ci sono è perché ci piacciono da morire e ci sono sempre piaciute. Mi sembra di vederli,  UNGO e UNGA discutere sul ciglio della caverna, clava in mano e coscia di brontosauro sotto braccio:

          – UH.UH. UHUHHU HA!
(“donna, spegni il fuoco prima di andare a letto. Hai di nuovo bruciato i vicini.”).
        –  AH AH UFF HAG UUUHU U U!!
(“e chi l’ha detto che tocca sempre tutto a me in questa cazzo di caverna?)
       –   “GRRUFF SGNIAFF. UUH UH. A. UNGA BRONTO. HA HA!
(“AH SIII? E ALLORA VACCI TU A CACCIA, CHE IO STO QUI A PETTINARE LE BAMBOLE”)

Ci piace inventarle, ci piace scriverle, facciamo delle gran messinscene per promulgarle e diffonderle. 
Ne abbiamo di logiche,  magari banali ma ragionevoli (perché il buon senso oltre ad esser raro come i parcheggi in centro è spesso davvero opinabile e tocca diffonderlo a largo spettro) e di paradossali, e così assurde da non credere sian state scritte da esseri pensanti.

E, a proposito di norme demenziali, è bene sapere che in Florida è illegale avere rapporti sessuali con un porcospino mentre nell’Illinois non si può mangiare in un locale che sta andando a fuoco (e meno male che ce l’hanno detto).
In Arkansas un uomo può picchiare la moglie ma solo una volta al mese (sono violenti ma morigerati). In Kentucky è proibito pescare con arco e frecce. In Montana un incontro di più di sette indiani è considerato ‘raid di guerra’ ed è legale sparargli. In Alabama è vietato entrare in chiesa con baffi finti che potrebbero causare ilarità. 
Chi invece in Florida vuole lasciare un elefante in un parcheggio ricordi di pagare la tariffa come per un autoveicolo o sarà multato. Alle Hawaii due gemelli non possono lavorare per la stessa azienda (sai che casini con la mutua?) In Svezia è legale essere una prostituta a patto di non provocare godimento ai clienti (guai a te se ti diverti!)
 In Italia  la professione di ciarlatano è vietata (ma non lo sa nessuno) e se un uomo indossa una gonna può essere arrestato (compreso quello che fino a ieri ballava con un boa di struzzo e oggi abbiamo in parlamento?).

I vegani più hardcore mangian solo vegetali caduti da soli e in avviata fase di decomposizione: la loro regola vieta non solo di consumare qualsiasi tipo di alimento di origine animale, ma anche di strappare frutti, raccogliere patate (allontanandole dalla terra di origine) o altri tuberi (perché far male ad una pianta quando puoi farne a tutti i tuoi invitati a cena?).

I seguaci di scientology si controllano a vicenda (facendo subito la spia se qualcosa non va al suono di “l’ho visto: è stato generoso!!”). 
Gli abitanti di Cleveland del Tennessee, maneggiano velenosissimi serpenti per dimostrare la loro fede nella Church of God (vince chi sopravvive).
 I manager qualità hanno per tutto un’istruzione (sospetto ce ne siano anche su come scrivere le istruzioni). Il regolamento del mio condominio è così grosso che ho dovuto dividerlo in due faldoni buffetti formato famiglia. 

E il web pullula di istruzioni, normative, procedure leggi e comandamenti su temi che spaziano dall’uncinetto questo sconosciuto alle tecniche base del bondage. E tra la ricetta della cheese cake perfetta, il metodo OginoKnaus e l’approccio sereno al birdwatching, ecco che ci si infila anche Wum, con il suo manuale di fuffologia applicata e le sue regoline del piffero … La regola del tre. Corteggiala ma non troppo. Quando darla. Non dargliela. Se lui è impegnato non uscirci. Se tu sei impegnata diglielo. Lezioni di sesso. Riprenditela. Baciala così. Non dirle cosà. Non chiedere cosa vuole da te.  Fai così. Fai cosà. guarda in su. Guarda in giù e dai un bacio a chi vuoi tu. Datti una regolata. Buona regola è … regolati di conseguenza.

…. Uuuuuffffa!!

Hai rotto Wum. 
E te lo dice la tua portatrice sana. 
Quella che da more or less un anno e mezzo ti ospita come avatar e inquilino a sbafo. 
Quella che ti presta le dita per scriverle tutte e appena ti giri le infrange alla grande. Hai proprio rotto. Predichi bene. Ma.(e lo sai, oh sì che lo sai). Razzoli da cani.
E oggi sono così incazzata con te che forse-forse apro le impostazioni, vado in generale o account o lì vicino sposto il mouse su elimina e faccio CLIC. 
…in altre parole, oggi sono così incazzaterrima con te e con tutte le tue fckn rules che quasi quasi ti uccido (tanto, a quanto mi risulti, non c’è una regola che vieti di terminare il proprio avatar, no?… o sbaglio?)
Annunci

2 pensieri su “DOBBIAMO IMPARARE BENE LE REGOLE

  1. Nooooooo!!!! Aaarghhh!!!!! Non farlo! Tipregotipregotipregotiprego, non vaporizzare WUM!! Il mio manuale di istruzioni di bloggara principiante, alla pagina 27.215, subcodicillo 14.569, evidenzia chiaramente la regola che impone a chi ha ispirato una neofita ad aprire un blog di non scomparire dopo pochi mesi. Se vuoi apro un telefono amico, un centro assistenza per avatar in crisi, un confessionale (dimmi tu dove ti trovi meglio) e parliamone. Ma non togliermi WUM.
    WUM ROCKS! WUM RULES!! (sottile questa)

  2. me lo mangio oggi il manuale. ne faccio coriandoli. lo riduco in pezzettini così piccoli da far sentire le striscioline dei distruggi documenti delle chiattone senza speranza.
    sono arrabbiata. sono molto arrabbiata. (e sono arrabbiata anche per essere così arrabbiata.) se il mio avatar davvero mi ascoltasse (invece di star lì a sbattere gli occhioni da seppia al vapore ascoltando musica dance composta da gente di cui potrebbe esser la madre). dicevo. se mi ascoltasse. se solo. mi. ascoltasse… le direi di chiamarlo subito il telefono verde (ok, gli avatar son blu, ma il verde era l'unico colore disponibile a parte il marrone)e di cominciare con un bel MI PERDONI MADRE PERCHè HO PECCATO. ma è inutile. non mi fila neanche di striscio. mi usa. all'occorrenza prende in prestito le mie falangi e quando ha finito non mi manda nemmeno l'sms della buona notte…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...