PERCHE’ ALLE DONNE PIACE IL ROSA?

PERCHE’ ALLE DONNE PIACE IL ROSA?

L’argomento di questo post non è farina del mio sacco, ma arriva da un lettore che ha raccolto la richiesta – recentemente apparsa su facebook –  di suggerire un argomento.
Come chiunque abbia mai dovuto preparare una tesina, un articolo o qualche cartella su un tema qualsiasi, prima di iniziare a pensare (che – diciamocelo – con due neuroni a dieta, si fa fatica … ), mi sono messa a scandagliare la rete. Ed ecco cosa mi ha risposto google:
Risultati 1 – 10 su circa 150.000 per perche alle donne piace il rosa. (0,30 secondi)
L’autorevolissima edizione nostrana di SCIENTIFIC AMERICAN spiega le ragioni ancestrali di tale preferenza (dimostrata da test e ricerche su mille mila individui). E per chi volesse saperne di più ecco dove approfondire.
E lo stesso articolo, in versione light:
Per chi invece gigioneggia e non ha voglia di documentazione scientifica (leggibile, giuro!), posso scrivere che la preferenza risale alla nostra infanzia.
Basta fare un giro in qualsiasi negozio per bebè per accorgersi che maschietti e femminucce sono divisi per colori: azzurro per Euclide e rosa per Genoveffa, giallo verdino e beige per i fanatici della sorpresa (giuro non ci credo: come fai ad aspettare quaranta settimane prima di sapere come chiamare il tuo fruttino?).
… e che quindi LA COLPA è innanzitutto delle mamme che ci vestivano di rosa da piccole (io però portavo i resti delle mie sorelle più grandi -mooolto più grandi- nate negli anni sessanta, ed ero ricoperta/a stento (avevo sorelle del biafra) da rosso, bluette e abominevoli sfumature di marrone).
Dopo le mamme, possiamo accusare i costruttori di giocattoli che per ere geologiche hanno vestito di rosa, rosino e rosetto dalla testa ai piedi il 99,72% delle bambole (dato fuffato).
Oggi la tendenza è leggermente variata, con l’arrivo delle winx e delle (bleah) bratz, abbigliate di norma come cubiste isteriche.
Per non parlare poi di quanto le ragazzine del 2010 siano più informate rispetto a noi sulle cartelle colori degli stilisti più in auge. Provate ad infilare qualsiasi cosa che non sia hello kitty ad una ragazzina sopra i sette anni e vi ritroverete tristissimi nel giro di un battibaleno.
Loro guardano Sex and the City, sognano di essere più magre di Angelina Jolie (che pesa otto grammi virgola quarantadue col cappotto), da grandi vogliono fare le veline (e sposare un calciatore) o diventare Belen, giocano con puttanoni in miniatura (oh come sono polemica!)…insomma, non c’è confronto.
Noi siamo delle mummie, rispetto a loro: quelle nate a cavallo degli anni ottanta (o ai suddetti appese via con i piedi ancora negli anni ’70 come la sottoscritta!) giocavano con le barbie, vestivano le barbie, tagliavano i capelli alle barbie in stile Auschwitz, sognavano di diventare delle barbie (perchè non conoscevano il sesso e non sapevano che le barbie non hanno la Jolanda!).
Quindi è ipotizzabile che le dodicenni di oggi, intervistate tra un deca, alla domanda “qual’è il tuo colore preferito?”,  dicano “blu ralph lauren” o “melange Prada collezione autunnale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...