REGALI: DA LEI PER LUI

REGALI: DA LEI PER LUI

REGALI SPONTANEI E REGALI DI CIRCOSTANZA.

Prima legge universale dei regali:
Niente è dovuto.

Assolutamente niente. (Tranne i fiori alla mamma il giorno della sua festa).
Per cui, se vi sentite in dovere di fare un regalo, ma non ne avete voglia, ecco una buona notizia: lasciate perdere.

Non c’è compleanno, laurea, onomastico, promozione, parto o certificato di divorzio che tenga, se non vi viene dal cuore è molto molto meglio far finta di niente e se proprio dovete, mandate a lei un mazzo di fiori e a lui un libro (magari non troppo distante dalle sue passioni, se ce la fate …).

Negli altri casi, ovvero quando la volontà scaturisce prepotente dall’aorta ed è l’incertezza sul cosa ad attanagliare le vostre membra, fino a farvi sbattere gli occhioni in preda al “ma-se-ha-già-tutto-io-che-cosa-compro??”, allora –once again: no-panic e fate un esamino delle preferenze della persona che vorrete sorprendere.

Partiamo da lor signori, normalmente più ermetici e meno agilmente soddisfabili.Innanzitutto (e qui la regola è bisex) dovrete capire la natura del destinatario:

1. È un distinto cinquantacinquenne con seconda casa a Forte dei Marmi (occupata spesso dall’ex moglie) che lavora in finanza, gioca a golf e passa molte delle sue serate nella club house?
Stupitelo con un fanta weekend adrenalico a base di tarzaning, canyoning (e coccoling, questo sempre!) con l’unica accortezza di scegliere una location lontana dal green ( o lui giocherà con i suoi ferri mentre voi farete su e giù per i fiumi con i capelli a cespuglio, in compagnia di 7 universitari punk più un istruttore altoaltesino), e vicina ad una stella michelin (o almeno almeno a un due forchette, o erano cucchiai??). Per non correre rischi, poi, potreste ricercare in zona una SPA e nella peggiore delle ipotesi – se le cose si mettessero male – potreste sempre immergere voi e lui nelle acque sulfuree e nei massaggi ayurvedici.

2. È alto. Affascinante. Molto bello. Elegante. Raffinato. E molto innamorato (ma solo di se stesso)?
Regalategli uno specchio. E seguite le istruzioni del punto 4.

3. È un gorillone tutto muscoli e (non sempre ma spesso) poco cevvello?

Comprategli una Wii di quelle per intelligentoni con i giochi per la memoria, l’intelligenza e la logica (si sentirà incredibilmente lusingato e poi, quatto quatto, correrà a comprarsi l’ultimo war-monstruos-race-game sul mercato, ma tanto voi non lo saprete mai e farete un figurone…)

4. È un appassionato di calcio e non perde un derby neanche se si sposa sua sorella?
Cambiate fidanzato: siete ancora in tempo.

5. È elegante, intelligente, curioso e ama gli oggetti di valore con un significato più che quelli il cui unico significato è il valore?
Si richiede che abbiate visto (non necessariamente usato ma almeno guardato) casa sua o il suo ufficio o meglio entrambi perché con questo esemplare di maschio (raro e in via d’estinzione) non avrete che l’imbarazzo della scelta e la vostra preferenza dovrà in questo caso seguire i suoi gusti.
Se ama l’arte contemporanea, una serigrafia o una lito saranno certamente graditi (acquistabili spendendo meno che per una borsa). Se tuttavia il budget langue (o comprate le vs borse all’oviesse) un libro sul tema sarà in ogni caso apprezzatissimo.
O ancora potreste comprargli un porta penne antico per la sua scrivania, su cui magari far incidere le iniziali.
Evitate accuratamente qualsiasi oggetto vistosamente griffato (è una persona elegante, non un tronista) e lasciate che il fatto-a-mano distanzi di una lega il made-in-china-brandizzato.
6. È un giovane architetto o un artista emergente?
Seguite la sua passione e fategli un regalo a tema. Che sia un sabato mattina-sera o un intero week end poco importa, ciò che conta è che sappiate cosa vuole vedere da una vita e non ha mai avuto il tempo di vederlo. E se non lo sapete, forse è il caso di chiedervi perché. E magari di prendere provvedimenti.
7. È un osservatore e ama la fotografia?
Armatevi di guida del telefono e chiamate tutti i negozi di ottica fuori città per sapere se hanno in vetrina dagli anni ’80 una vecchia Leica da vendervi. Lo farete impazzire e per ringraziarvi come minimo vi farà un intero book fotografico.
In ogni caso … Non siate banali.
E non comprate cravatte.
Dimenticate i maglioni, le camice e i capi di abbigliamento in generale (o in un battibaleno vi ritroverete a provvedere come una chioccia al suo guardaroba).
I portafogli (nemmeno se il suo è a brandelli … nel caso meglio un porta soldi). Diffidate dai cappelli (nemmeno un borsalino va a colpo sicuro e poi è un bel problema prendergli la circonferenza cranica senza che se ne accorga).
Evitate i portachiavi (rimandano messaggi inconsci che nemmeno vi immaginate).
Sappiate poi che esistono uomini che si sentono in imbarazzo nel ricevere regali, quindi valutate bene prima di fiondarvi nella sua macchina armate del vostro cadeaux, e cercate di capire se – a prescindere dalla vostra scelta- l’uomo che volete sorprendere ama o meno essere sorpreso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...